krebsliga_aargaukrebsliga_baselkrebsliga_bernkrebsliga_bern_dekrebsliga_bern_frkrebsliga_freiburgkrebsliga_freiburg_dekrebsliga_freiburg_frkrebsliga_genfkrebsliga_glaruskrebsliga_graubuendenkrebsliga_jurakrebsliga_liechtensteinkrebsliga_neuenburgkrebsliga_ostschweizkrebsliga_schaffhausenkrebsliga_schweiz_dekrebsliga_schweiz_fr_einzeiligkrebsliga_schweiz_frkrebsliga_schweiz_itkrebsliga_solothurnkrebsliga_stgallen_appenzellkrebsliga_tessinkrebsliga_thurgaukrebsliga_waadtkrebsliga_wallis_dekrebsliga_wallis_frkrebsliga_zentralschweizkrebsliga_zuerichkrebsliga_zug
Lega contro il cancroRicercaPremiPremio di riconoscimentoPremi

Premio di riconoscimento

Il premio di riconoscimento della Lega svizzera contro il cancro viene assegnato a persone oppure a organizzazioni che si impegnano per migliorare la situazione dei pazienti. Vengono premiati in particolare invenzioni e progetti innovativi, che siano di aiuto ai malati di cancro. Il premio ha una dotazione di 5'000 franchi.

Premio di riconoscimento 2019

Quest’anno sono conferiti due premi di riconoscimento: uno all’équipe mobile di cure palliative Voltigo di Friburgo e l’altro alla Società Svizzera di Psico-oncologia.

(da sinistra a destra) Daniel Betticher (hôpital fribourgeois), Solange Peters (Lega svizzera contro il cancro), Frédéric Fournier (Voltigo), Gilbert Zulian (Presidente Lega svizzera contro il cancro), Rose-Marie Rittener (Ligue fribourgeoise contre le cancer), Corinne Uginet (Ligue fribourgeoise contre le cancer)

Prezioso servizio di assistenza e cure palliative alle persone colpite dal cancro

Nel Canton Friburgo le persone malate di cancro e i loro familiari possono contare da un decennio sull’aiuto di Voltigo. Nel corso degli anni, questo prezioso servizio è diventato un pilastro fondamentale della rete cantonale di sostegno, riabilitazione e cure palliative per i pazienti oncologici friburghesi. L’équipe mobile di cure palliative allevia la sofferenza e assiste i malati nel luogo di loro scelta, anche a domicilio, dando così un contributo essenziale al mantenimento della migliore qualità di vita possibile.

I membri del consiglio direttivo della Lega svizzera contro il cancro Solange Peters (a sinistra) e Gilbert Zulian (2° da sinistra) consegnano a Judith Alder (3° da sinistra) e Ruedi Schweizer (a destra) il premio di riconoscimento per la SSPO.

Un modello interdisciplinare vincente di medicina biopsicosociale

Fondata nel 2003, la Società Svizzera di Psico-oncologia (SSPO), può essere considerata un modello interdisciplinare di successo nel campo della medicina biopsicosociale. L’associazione ha, infatti, istituzionalizzato e professionalizzato l’accompagnamento e l’assistenza psicosociale delle persone colpite da un cancro e dei loro familiari, contribuendo in modo decisivo allo sviluppo, al miglioramento, all’interconnessione e alla promozione dei servizi di sostegno psicosociale.