krebsliga_aargaukrebsliga_baselkrebsliga_bernkrebsliga_bern_dekrebsliga_bern_frkrebsliga_freiburgkrebsliga_freiburg_dekrebsliga_freiburg_frkrebsliga_genfkrebsliga_genf_newkrebsliga_genf_new_mobilekrebsliga_glaruskrebsliga_graubuendenkrebsliga_jurakrebsliga_liechtensteinkrebsliga_neuenburgkrebsliga_ostschweizkrebsliga_schaffhausenkrebsliga_schweiz_dekrebsliga_schweiz_fr_einzeiligkrebsliga_schweiz_frkrebsliga_schweiz_itkrebsliga_solothurnkrebsliga_stgallen_appenzellkrebsliga_tessinkrebsliga_thurgaukrebsliga_waadtkrebsliga_wallis_dekrebsliga_wallis_frkrebsliga_zentralschweizkrebsliga_zuerichkrebsliga_zug
Lega contro il cancroIl cancroVivere con e dopo il cancroSessualità e fertilitàSessualità e fertilità

Desiderare figli nonostante il cancro

Chi si ammala di cancro in giovane età, desidera prima di tutto guarire. Ma cosa succede dopo la malattia? È possibile metter su famiglia nonostante il cancro e le terapie antitumorali? Sono domande che i giovani colpiti da un cancro devono affrontare prima di iniziare la terapia. Il cancro e le terapie antitumorali possono danneggiare gli ovociti o gli spermatozoi. Ciò significa che una procreazione naturale è difficile o addirittura impossibile.

Il cancro e le terapie antitumorali possono danneggiare gli ovuli o gli spermatozoi. Questo implica che avere un figlio in modo naturale è più difficile. Oppure, non è più possibile. Può scoprire cosa può fare prima del trattamento, come ad esempio congelare gli ovuli o gli spermatozoi.

Chiunque riceva una diagnosi di cancro desidera prima di tutto guarire. Ma cosa succede dopo il cancro? Posso ancora avere una famiglia?

Desidera avere dei figli?

Parli del suo desiderio di avere figli prima del trattamento. Consideri questo anche per i suoi progetti futuri.

Il medico le spiegherà come può avere figli. Questo è possibile nonostante il cancro e i trattamenti oncologici.

Domande da porre al medico

  • È possibile avere figli o diventare genitore dopo le terapie?
  • Quali opzioni esistono per pianificare la genitorialità in futuro?
  • Quali probabilità ho di diventare genitore dopo aver congelato gli ovuli o lo sperma?
  • Il trattamento della fertilità influisce sull’efficacia delle terapie contro il cancro?
  • Chi paga le terapie? Io o l’assicurazione?
image preview (part cannot be editable in RTE!)
image preview

Congelare gli ovuli

Prima di sottoporsi alle terapie contro il cancro:

  • si riceve un trattamento per la fertilità in un centro specializzato in medicina della riproduzione.
  • Si iniettano medicinali per alcuni giorni per stimolare la maturazione degli ovuli nelle ovaie.
  • Questi vengono prelevati dal medico del centro specializzato.
  •  Solitamente gli ovuli vengono congelati senza essere fecondati.
  • Questa procedura è si chiama crioconservazione.

Dopo le terapie contro il cancro

Per avere una gravidanza con gli ovuli congelati, è necessaria l’inseminazione artificiale (FIV o ICSI). Gli ovuli della donna vengono fecondati in provetta utilizzando lo sperma prelevato dal partner. Dopodiché il medico del centro specializzato trasferisce gli ovuli fecondati nell’utero femminile.

Congelare il tessuto ovarico

La ginecologa rimuove un’intera ovaia o una parte di essa. L’ovaio rimosso viene congelato. Dopo il trattamento contro il cancro, l’ovaio verrà reinserito nel corpo della donna. Se l’ovaio ricomincia a produrre gli ovuli fino all’ovulazione, è possibile rimanere incinta naturalmente. Ciò significa senza intervento da parte dei medici.

Assumere medicinali

L’oncologo prescriverà dei farmaci per interrompere l’ovulazione. Ciò significa che gli ovuli non maturano. Questi medicinali possono proteggere le ovaie dai danni causati dalle terapie antitumorali.

Trasferimento delle ovaie

L’irradiazione del bacino può danneggiare le ovaie. Per questo motivo, a volte queste vengono spostate verso l’alto e lateralmente per proteggerle da eventuali danni. Tuttavia, i medici eseguono questo intervento molto raramente. Il medico sarà in grado di spiegarle le ragioni per le quali il trasferimento delle ovaie è indicato nel Suo caso.

Ulteriori informazioni sul desiderio di avere figli in caso di cancro sono disponibili alla pagina web di Fertionco (in tedesco e francese).

Congelamento degli spermatozoi

Prima di iniziare il trattamento, si consegnano campioni di sperma presso un centro specializzato in medicina della fertilità. Qui lo sperma viene analizzato, trattato e, infine, congelato. Questa operazione è nota come crioconservazione dello sperma. Si può usare lo sperma congelato per fare l'inseminazione artificiale.

Estrarre gli spermatozoi dal tessuto testicolare

In questo caso il medico preleva il tessuto testicolare. In seguito, estrae gli spermatozoi dal tessuto. Questo metodo è noto come estrazione di spermatozoi dal tessuto testicolare (TESE). È un procedimento utilizzato se non ci sono abbastanza spermatozoi nel liquido seminale. Il tessuto testicolare può essere poi congelato per future estrazioni.

Se un bambino ha il cancro prima dell'adolescenza, i medici possono congelare il suo tessuto ovarico o testicolare. Finora, questa tecnica non ha avuto successo. Non è ancora possibile ottenere ovuli o spermatozoi maturi dal tessuto congelato del bambino. Però, si spera che in futuro possa funzionare.

In Svizzera, l’assicurazione sanitaria di base copre i costi del congelamento degli ovuli (crioconservazione) per cinque anni.

Per ottenere il rimborso bisogna avere però meno di 40 anni.

Tutti gli altri trattamenti per la fertilità (ICSI, inseminazione artificiale) dovrà pagarli Lei.

Dopo la terapia contro il tumore, il rischio di difetti congeniti nel nascituro non sembra aumentare, ma un piccolo rischio residuo non può essere completamente escluso.

Contraccezione durante i trattamenti

Non dovrebbe rimanere incinta durante la terapia antitumorale. Anche la chemio e la radioterapia influiscono sulla qualità degli ovuli. Per questo motivo potrebbero verificarsi malformazioni nell’embrione del nascituro. Pertanto, pratichi una contraccezione efficace sia durante che dopo la terapia. Una gravidanza dovrebbe essere pianificata per il periodo successivo al completamento delle terapie.

Ha domande sulla pianificazione familiare? Ne parli con il medico.

La maggior parte delle persone con un tumore non trasmette direttamente la malattia ai figli. Può trasmettere solo la predisposizione a un rischio maggiore di avere certi tipi di cancro.

Questo è dovuto a delle predisposizioni genetiche. Avere queste predisposizioni non significa però che si svilupperà necessariamente un tumore.

Come faccio a sapere se ho una predisposizione?

Parli con il suo medico se molte persone nella sua famiglia hanno avuto il cancro. Lo faccia anche se ai suoi parenti è stato diagnosticato il cancro in età giovanile.

Maggiori informazioni negli opuscoli: «Predisposizione genetica al cancro» e «Il cancro ereditario del seno e dell'ovaio» e sul sito «Predisposizione genetica».

Dove trovare ulteriori informazioni e consigli?

Medico curante

Se desidera avere figli, dovrebbe parlarne con il medico. Il medico può darle consigli utili. Se serve, questo può indirizzarla a un centro specializzato in fertilità.

Lega contro cancro

La Linea cancro e le Leghe regionali e cantonali contro il cancro saranno liete di consigliarla. La consulenza è gratuita.

Risorse online sul tema della fertilità

Visiti il sito fertionco.ch. Troverà informazioni sulla fertilità delle donne che hanno il cancro. Sul sito può compilare un questionario. Esso la guiderà nella decisione se congelare gli ovuli o lo sperma.

FertiSave è una rete in Svizzera. Serve a garantire la qualità della conservazione della fertilità. È destinata alle persone con cancro. Qui può trovare i centri di fertilità della rete FertiSave:www.sgrm.org/de/kommissionen/fertisave-main-de/fertisave-zentren. Il sito è disponibile solo in lingua tedesca e francese.

Fertiprotekt Netzwerk e.V. è un'associazione di centri di fertilità in Germania, Austria e Svizzera: https://fertiprotekt.com/fertilitaetsprotektion. Il sito è in lingua tedesca.

Aggiornato a novembre del 2023

Esperienze

«Un resoconto che descrive come il prelievo degli ovuli aiuta una giovane malata di cancro a preservare il suo desiderio di maternità: Daniela: crearsi una famiglia nonostante il cancro».

Ha dei suggerimenti per migliorare la pagina?
Consulenza
Consulenza

Il servizio di consulenza e informazione dedicato ai malati di cancro, ai loro familiari e a tutte le persone interessate è disponibile nei giorni feriali dalle 10 alle 18 per telefono, e-mail, chat e videochiamata.

Linea cancro 0800 11 88 11
Chat «Cancerline» alla Chat
Consigliano sul posto legacancro.ch/region
Fare una donazione
Consulenza
Consulenza