Lega contro il cancroIl cancroCure palliativeDirettive anticipate della Lega contro il cancroCure palliativeDirettive anticipate della Lega contro il cancro

Direttive anticipate della Lega contro il cancro

Direttive anticipate della Lega contro il cancro

Dal 1° gennaio 2013 è in vigore la nuova legislazione in materia di protezione degli adulti, la quale rafforza in particolare il diritto all'autodeterminazione e disciplina la validità e la portata delle direttive anticipate. Da quel momento, quando curano pazienti incapaci di discernimento i medici sono tenuti a verificare l'esistenza di disposizioni anticipate. La Lega svizzera contro il cancro ha adattato la sua pubblicazione sulle direttive anticipate del paziente alla nuova situazione legale. 

Volontà vincolante

Le Sue direttive anticipate valgono nel momento in cui lei non dovesse più essere in condizioni di prendere decisioni e di esprimere la propria volontà. Con le direttive anticipate, Lei alleggerisce i suoi familiari e fornisce all’équipe curante istruzioni concrete per situazioni in cui è difficile decidere. La sua volontà fissata per iscritto è giuridicamente vincolante sia per i suoi medici sia per i suoi familiari.

Direttive specifiche per il cancro

Le direttive anticipate della Lega contro il cancro trattano dettagliatamente questioni specifiche che possono insorgere in caso di cancro. Affrontano le misure per alleviare dolore, difficoltà respiratorie e altri sintomi, oltre al tema dell'alimentazione e dell'apporto di liquidi e alle questioni relative alle misure di rianimazione.

Per facilitare la compilazione delle direttive anticipate abbiamo integrato la guida nello stesso documento. La Lega contro il cancro del suo Cantone potrà aiutarla a compilarle.

Interdisziplinäres Institut für Ethik im Gesundheitswesen © Dialog Ethik

Importante

Nel caso in cui abbia già redatto direttive anticipate prima del gennaio 2013, esse continuano ad essere valide. La nuova legge offre semplicemente l'opportunità di sfruttare meglio il diritto all'autodeterminazione.

Ora è anche possibile registrare sulla tessera d'assicurato della cassa malati il luogo di conservazione delle direttive anticipate.

Altri temi