krebsliga_aargaukrebsliga_baselkrebsliga_bernkrebsliga_bern_dekrebsliga_bern_frkrebsliga_freiburgkrebsliga_freiburg_dekrebsliga_freiburg_frkrebsliga_genfkrebsliga_glaruskrebsliga_graubuendenkrebsliga_jurakrebsliga_liechtensteinkrebsliga_neuenburgkrebsliga_ostschweizkrebsliga_schaffhausenkrebsliga_schweiz_dekrebsliga_schweiz_fr_einzeiligkrebsliga_schweiz_frkrebsliga_schweiz_itkrebsliga_solothurnkrebsliga_stgallen_appenzellkrebsliga_tessinkrebsliga_thurgaukrebsliga_waadtkrebsliga_wallis_dekrebsliga_wallis_frkrebsliga_zentralschweizkrebsliga_zuerichkrebsliga_zug
Lega contro il cancroIl cancroTipi di cancroTipi di cancro

Cancro della vescica (carcinoma uroteliale)

Ogni anno in Svizzera circa 950 uomini e 320 donne si ammalano di cancro della vescica (carcinoma uroteliale). La maggior parte delle persone ha più di 70 anni al momento della diagnosi.

1. vescica 2. sbocchi degli ureteri nella vescica 3. uretra 4. orifizio uretrale 5. sfintere vescicale 6. tunica muscolare della vescica 7. muscola della vescica

La vescica è situata nella pelvi. Funge da serbatoio dell'urina e la espelle attivamente durante la minzione. L’organo è composto da due strati: lo strato muscolare e la mucosa, che riveste la parete interna.

Nella maggior parte dei casi il cancro della vescica (carcinoma uroteliale) ha origine dalle cellule della mucosa.

Spesso viene scoperto in uno stadio precoce, quando il tumore non ha ancora infiltrato lo strato muscolare. In questo caso si parla di «cancro della vescica non muscolo-invasivo».

Alcuni tumori invadono gli strati muscolari e l’intera parete vescicale. Per loro si usa la definizione di «cancro della vescica muscolo-invasivo».

Il cancro uroteliale può infiltrare i tessuti e gli organi circostanti. Attraverso i vasi linfatici o sanguigni, le cellule cancerose possono diffondersi raggiungendo altri organi e formando metastasi.

Il principale fattore di rischio del cancro della vescica è il fumo. Il fumo di sigaretta, ad esempio, contiene sostanze cancerogene che, se inalate, entrano nella circolazione sanguigna. I reni filtrano queste sostanze, che quindi giungono alla vescica insieme all’urina. In attesa dell’espulsione, le sostanze cancerogene agiscono sulla mucosa vescicale.

Altri fattori di rischio del carcinoma uroteliale sono:

  • età avanzata;
  • presenza di cancro della vescica in famiglia;
  • frequente e costante esposizione a determinate sostanze chimiche;
  • infiammazione cronica della vescica (cistite);
  • abuso di farmaci analgesici;
  • aver ricevuto una chemioterapia nel passato;
  • aver effettuato una radioterapia della regione pelvica nel passato.

Il principale fattore di rischio del cancro della vescica è il fumo.

Il fumo è associato anche a un decorso più sfavorevole del cancro della vescica e a un rischio maggiore di recidiva. Pertanto è sempre raccomandabile smettere di fumare il prima possibile, anche se si è già sviluppato un cancro della vescica.
La Linea stop tabacco può aiutarla a smettere di fumare.

Eventuali sintomi di un cancro uroteliale compaiono in genere solo negli stadi avanzati. Essi sono:

  • sangue nelle urine (colorazione rossastra o scura dell’urina);
  • frequente necessità di andare in bagno, senza un aumento della quantità di urina;
  • disturbi nella regione della vescica durante la minzione (per es. bruciori);
  • dolore nella regione addominale laterale o nella pelvi senza motivo apparente.

Nella maggior parte dei casi questi disturbi hanno un’altra causa, meno grave del cancro. Tuttavia, è necessario un accertamento medico. Prima viene scoperto un cancro della vescica, più aumentano le probabilità di guarigione.

In caso di sospetto cancro della vescica vengono eseguiti diversi esami:

  • esame obiettivo;
  • analisi di laboratorio;
  • endoscopia della vescica (cistoscopia).

Per precisare la diagnosi e pianificare la terapia più appropriata si possono effettuare ulteriori esami a seconda delle esigenze:

  • ecografia;
  • tomografia computerizzata (TC);
  • tomografia a risonanza magnetica (MRT);
  • tomografia a emissione di positroni (PET);
  • scintigrafia scheletrica.

La Sua équipe curante Le spiegherà quando sono indicati e come si svolgono questi esami.

Per trattare il cancro uroteliale esistono diversi metodi:

  • trattamento chirurgico locale (TURV);
  • trattamento farmacologico locale (instillazione);
  • asportazione chirurgica della vescica (cistectomia);
  • radioterapia
  • terapia medicamentosa sistemica (chemioterapiaimmunoterapia

L’unica possibilità di guarigione definitiva dal cancro della vescica è l’asportazione di tutto il tumore. Se il cancro ha già invaso lo strato muscolare, in alcuni casi è necessario asportare completamente la vescica. Quest’intervento impone la creazione di una nuova derivazione urinaria, per esempio una vescica sostitutiva o un’urostomia.

Se si sono già formate metastasi, nella maggior parte dei casi nessun trattamento può assicurare una guarigione permanente. Tuttavia è possibile rallentare la progressione della malattia.

Materiale informativo

Le è stato diagnosticato un cancro della vescica? Le informazioni e gli strumenti elencati di seguito potrebbero esserle d’aiuto:

Nello shop trova numerosi opuscoli e guide informative su vari temi inerenti al cancro

Ultimo aggiornamento: 20 settembre 2021