krebsliga_aargaukrebsliga_baselkrebsliga_bernkrebsliga_bern_dekrebsliga_bern_frkrebsliga_freiburgkrebsliga_freiburg_dekrebsliga_freiburg_frkrebsliga_genfkrebsliga_glaruskrebsliga_graubuendenkrebsliga_jurakrebsliga_liechtensteinkrebsliga_neuenburgkrebsliga_ostschweizkrebsliga_schaffhausenkrebsliga_schweiz_dekrebsliga_schweiz_fr_einzeiligkrebsliga_schweiz_frkrebsliga_schweiz_itkrebsliga_solothurnkrebsliga_stgallen_appenzellkrebsliga_tessinkrebsliga_thurgaukrebsliga_waadtkrebsliga_wallis_dekrebsliga_wallis_frkrebsliga_zentralschweizkrebsliga_zuerichkrebsliga_zug
Lega contro il cancroIl cancroTipi di cancroTipi di cancro

Cancro del testicolo

Ogni anno in Svizzera circa 470 uomini si ammalano di cancro del testicolo. Costituisce il 2 per cento di tutti i cancri maschili, ma è il tipo più frequente di cancro negli uomini sotto i 40 anni.

I testicoli sono le ghiandole sessuali maschili. Al loro interno si formano le cellule seminali (spermatozoi). Anche il principale ormone sessuale maschile, il testosterone, è prodotto dai testicoli.

Gli spermatozoi passano dai testicoli agli epididimi, organi situati sul lato posteriore dei testicoli e percepibili al tatto.

Gli spermatozoi maturano all’interno degli epididimi, dove vengono immagazzinati. Al momento dell’eiaculazione sono spinti attraverso il dotto seminale e la prostata, finiscono nell’uretra e sono espulsi dal pene.

In linea di principio ogni uomo può ammalarsi di cancro del testicolo. Non si conoscono cause chiare della malattia.

Alcuni fattori sembrano avere un ruolo nello sviluppo di un cancro del testicolo:

  • il criptorchidismo, o ritenzione del testicolo, è la mancata discesa di un testicolo nel sacco scrotale. Si verifica se nello sviluppo fetale non avviene o non si completa la migrazione del testicolo dalla cavità addominale nello scroto;
  • un cancro del testicolo in famiglia, ossia se un parente di primo grado (padre, fratello) ha già avuto questa malattia;
  • un precedente cancro del testicolo;
  • l’infertilità;
  • una disfunzione delle gonadi.

Il testicolo retrattile, o «in ascensore», non è un fattore di rischio. Si tratta di un difetto di posizione in cui il testicolo si sposta temporaneamente verso l’alto.

Non è mai stata dimostrata un’associazione tra cancro del testicolo e frequenza della masturbazione o dei rapporti sessuali, indossare pantaloni molto attillati o praticare sport come la boxe, il ciclismo o il calcio.

Ad oggi non si conoscono possibilità di prevenire il cancro del testicolo.

Fattori modificabili sono il fumo, il consumo di alcol, l’alimentazione e il movimento, ossia lo stile di vita. Attraverso uno stile di vita sano ed evitando certi rischi, si può ridurre il rischio di sviluppare alcuni tipi di cancro.

Non esiste una raccomandazione generale per la diagnosi precoce del cancro del testicolo.

La maggior parte delle persone colpite scopre il tumore da sé. Si raccomanda di effettuare periodicamente l’autopalpazione dei testicoli in presenza di uno dei seguenti fattori di rischio:

  • criptorchidismo;
  • cancro del testicolo in famiglia;
  • precedenti di cancro del testicolo;
  • infertilità;
  • disfunzione delle gonadi.

È importante conoscere i sintomi del cancro del testicolo e consultare un urologo qualora si noti qualsiasi cambiamento fisico.

Il cancro del testicolo in genere è riconoscibile già in uno stadio precoce. Il sintomo principale è un rigonfiamento o un indurimento nel testicolo, di solito palpabile e indolore (di rado può essere doloroso).

Altri disturbi e sintomi possono essere:

  • sensazione di pesantezza nella regione dei testicoli;
  • senso di tensione nei testicoli o nella regione inguinale;
  • infertilità;
  • raramente ingrossamento delle mammelle.

Questi sintomi devono essere esaminati in ogni caso da un medico: può darsi che richiedano un trattamento.

In caso di sospetto cancro del testicolo si procede a vari accertamenti. Nel singolo caso, tuttavia, non vengono eseguiti tutti gli esami descritti di seguito:

  • anamnesi: colloquio con il medico;
  • esame obiettivo; palpazione dei testicoli e dei linfonodi;
  • ecografia;
  • ricerca dei marcatori tumorali sierici nel sangue;
  • biopsia del testicolo;
  • tomografia computerizzata (TC).

A seconda dello stadio della malattia e della situazione individuale sono proposti diversi trattamenti.

Le possibilità di trattamento includono:

Queste terapie possono essere somministrate singolarmente o in combinazione tra loro. In quest’ultimo caso, possono essere impiegate contemporaneamente o una dopo l’altra.

Materiale informativo

Le è stato diagnosticato un cancro del testicolo? Le informazioni e gli strumenti elencati di seguito potrebbero aiutarla:

Nello shop trova numerosi opuscoli e guide informative su vari temi inerenti al cancro.

Ultimo aggiornamento: 28 ottobre 2021