krebsliga_aargaukrebsliga_baselkrebsliga_bernkrebsliga_bern_dekrebsliga_bern_frkrebsliga_freiburgkrebsliga_freiburg_dekrebsliga_freiburg_frkrebsliga_genfkrebsliga_glaruskrebsliga_graubuendenkrebsliga_jurakrebsliga_liechtensteinkrebsliga_neuenburgkrebsliga_ostschweizkrebsliga_schaffhausenkrebsliga_schweiz_dekrebsliga_schweiz_fr_einzeiligkrebsliga_schweiz_frkrebsliga_schweiz_itkrebsliga_solothurnkrebsliga_stgallen_appenzellkrebsliga_tessinkrebsliga_thurgaukrebsliga_waadtkrebsliga_wallis_dekrebsliga_wallis_frkrebsliga_zentralschweizkrebsliga_zuerichkrebsliga_zug
Lega contro il cancroIl cancroTipi di cancroGestione degli effet indesiderati

Gestione degli effet indesiderati

Il trattamento di un cancro può causare effetti indesiderati.

Se e in che forma questi si manifestano e la loro gravità,  varia molto da persona a persona. Alcuni effetti collaterali compaiono durante la terapia e si attenuano al termine della stessa. Altri, invece, diventano evidenti solo dopo la terapia.

D’abitudine il medico Le consegna un promemoria con informazioni sulla terapia, sui possibili effetti indesiderati e su come gestirli. Talvolta però queste informazioni non sono facili da capire. Non esiti a chiedere spiegazioni se non capisce qualcosa o a richiedere questo promemoria se non l’ha ancora ricevuto.

Importante: parli sempre con l’équipe curante prima di assumere altri prodotti di Sua iniziativa. Ciò vale anche per pomate, farmaci di medicina complementare e simili. Pur trattandosi di prodotti «naturali» o apparentemente innocui, potrebbero interferire con la terapia e modificare l’effetto di altri medicamenti. La Sua équipe curante è pronta a consigliarla se desidera ricorrere alla medicina complementare.

Che cosa fare contro i disturbi?

Sia la proliferazione incontrollata delle cellule di mieloma sia le terapie possono provocare dolori e altri disturbi.

Gli effetti indesiderati più frequenti di una terapia del mieloma multiplo sono i dolori alle ossa. Molte persone colpite soffrono di dolori alla schiena o alle costole. Le ossa non sono più solide come prima, per cui aumenta il rischio che subiscano fratture.

Se avverte uno di questi sintomi, si rivolga alla Sua équipe curante, in particolare se nota disturbi motori o della sensibilità. Si possono prendere diverse misure:

È importante che Lei non sopporti il dolore in silenzio e soffra inutilmente, ma si rivolga alla Sua équipe curante. Ci sono professionisti altamente specializzati nella terapia del dolore in caso di cancro. Nell’opuscolo «Dolori da cancro e loro cura» trova informazioni approfondite su questo argomento.

Se il numero dei globuli rossi subisce una forte diminuzione, gli organi non ricevono più ossigeno a sufficienza. Molte persone si sentono esauste.

Se dovesse avere disturbi acuti come improvvisa difficoltà a respirare, tachicardia e vertigini consulti immediatamente il medico. In caso di disturbi più lievi possono aiutarla i seguenti accorgimenti:

  • non faccia sforzi eccessivi e si conceda delle pause frequenti;
  • chieda aiuto per svolgere attività affaticanti. Si conceda sonno a sufficienza;
  • attività fisiche leggere possono fare bene;
  • segua le indicazioni contenute nell’opuscolo «La fatigue da cancro».

Se i nervi sono danneggiati può provare formicolio, alterazioni della sensibilità, dolore o una sensazione di torpore delle mani e dei piedi. Talvolta le persone colpite non riescono più a percepire adeguatamente il caldo e il freddo.

Una neuropatia non è soltanto fastidiosa, ma può rendere insicuri nel camminare o nello svolgere le attività quotidiane. Si informi presso la Sua équipe curante in merito alle misure preventive per ridurre il rischio di sviluppare una neuropatia. Si rivolga immediatamente al medico se nota uno dei disturbi menzionati in precedenza.

Quando il numero di piastrine è troppo basso aumenta il rischio di sanguinamenti. Per esempio, può verificarsi spontaneamente e senza ragione apparente una perdita di sangue dal naso. Aumenta anche il rischio di emorragie interne, per esempio dopo una caduta.

  • Faccia particolarmente attenzione a non ferirsi con oggetti taglienti o a punta. Per esempio, indossi guanti protettivi quando fa giardinaggio.
  • Se un sanguinamento non si arresta, contatti immediatamente il medico.
  • Indossi scarpe di buona qualità, che non creano punti di pressione e Le danno sicurezza quando cammina.
  • Se dovesse cadere, si faccia visitare dal medico anche se non ha ferite visibili.

Se il numero di globuli bianchi sani scende troppo, aumenta il rischio di infezioni. Prenda sul serio persino il minimo indizio di un’infezione e si faccia curare da un medico. In questo caso non sono sufficienti i farmaci che può comprare da sé in farmacia. Anche le lesioni di piccola entità (come afte in bocca o ragadi anali) devono essere trattate da un medico.

Importante: in caso di febbre superiore a 38° C (misurata sotto l’ascella), brividi e respirazione accelerata avverta immediatamente il medico. Potrebbe trattarsi di un’infezione del sangue (setticemia).

Si faccia spiegare bene dalla sua équipe curante i possibili segni di un’infezione, come ad esempio mucose ferite, sanguinanti o infiammate (per es. in bocca) o una diarrea improvvisa. Riduca il rischio di infezioni:

  • l’igiene orale e dei denti deve essere minuziosa e delicata (spazzolino morbido, collutorio delicato). La Sua équipe curante saprà consigliarla in merito;
  • anche l’igiene del corpo va curata con attenzione, in particolare l’igiene intima;
  • può ridurre il rischio di cistite bevendo a sufficienza (acqua, tè non zuccherato);
  • indossi una mascherina igienica (protezione di naso e bocca), per esempio sui mezzi pubblici o al supermercato;
  • eviti gli assembramenti di persone.

Per aiutare i reni a eliminare il calcio e le proteine in eccesso e altre sostanze, è importante che beva liquidi a sufficienza (preferibilmente almeno due litri al giorno di acqua o tè non zuccherato).

L’eccesso di proteine nel sangue provoca un addensamento del sangue («iperviscosità») e disturbi della circolazione nei piccoli vasi sanguigni. Le possibili conseguenze sono per esempio disturbi della vista, mal di testa, vertigini o problemi di cuore. Contatti subito il medico se ha uno di questi disturbi.

Per prevenire l’iperviscosità del sangue è opportuno che beva almeno due litri di acqua o tè non zuccherato al giorno.

Aggiornato a maggio del 2023

Ha dei suggerimenti per migliorare la pagina?
Consulenza
Consulenza

Il servizio di consulenza e informazione dedicato ai malati di cancro, ai loro familiari e a tutte le persone interessate è disponibile nei giorni feriali dalle 10 alle 18 per telefono, e-mail, chat e videochiamata.

Linea cancro 0800 11 88 11
Chat «Cancerline» alla Chat
Consigliano sul posto legacancro.ch/region
Fare una donazione
Consulenza
Consulenza