krebsliga_aargaukrebsliga_baselkrebsliga_bernkrebsliga_bern_dekrebsliga_bern_frkrebsliga_freiburgkrebsliga_freiburg_dekrebsliga_freiburg_frkrebsliga_genfkrebsliga_glaruskrebsliga_graubuendenkrebsliga_jurakrebsliga_liechtensteinkrebsliga_neuenburgkrebsliga_ostschweizkrebsliga_schaffhausenkrebsliga_schweiz_dekrebsliga_schweiz_fr_einzeiligkrebsliga_schweiz_frkrebsliga_schweiz_itkrebsliga_solothurnkrebsliga_stgallen_appenzellkrebsliga_tessinkrebsliga_thurgaukrebsliga_waadtkrebsliga_wallis_dekrebsliga_wallis_frkrebsliga_zentralschweizkrebsliga_zuerichkrebsliga_zug
Lega contro il cancroMediaComunicati stampaCancro del seno: la Lega contro il cancro sostiene anche i familiari

Cancro del seno: la Lega contro il cancro sostiene anche i familiari

Per le donne colpite dal cancro del seno i familiari sono un supporto importantissimo. Tuttavia, di loro si parla molto poco. Proprio per questo in ottobre, mese informativo sul cancro del seno, la Lega contro il cancro punta la sua attenzione su partner, figli e congiunti delle interessate.

Nelle donne, il cancro del seno è la forma di tumore più frequente; in Svizzera se ne ammalano circa 6200 ogni anno. Di norma, esse vengono seguite da vicino da un team di specialisti e altri professionisti: per esempio, nei centri di senologia certificati con il Q-Label, una Breast Care Nurse accompagna le interessate lungo tutto il percorso terapeutico, fungendo da persona di riferimento per qualsiasi quesito o problema.

Spesso, però, molte donne ammalate trovano il sostegno emotivo più valido al di fuori del sistema sanitario e, ripercorrendo la loro esperienza, sottolineano ripetutamente quanto importanti in quel periodo siano stati per loro gli affetti familiari. Tuttavia, per la maggior parte dei familiari, districarsi tra le cure, la quotidianità lavorativa, l’assistenza ai bambini e le proprie esigenze è un compito oltremodo difficoltoso.

«Non avrei mai creduto che questa storia mi richiedesse uno sforzo simile e mi portasse ai limiti della resistenza. Avrei dovuto accettare già molto prima un aiuto anche per me stesso», dichiara ad esempio Beda W. di Zurigo. La sua compagna si è ammalata di cancro del seno e la diagnosi ha sconvolto tutta la quotidianità familiare. Anna Zahno, direttrice della Linea cancro, conosce bene le preoccupazioni e le ansie di chi sta vicino a un malato di cancro: «Da noi chiamano spesso i familiari dei malati, perché altrimenti non sanno a chi rivolgersi».

La Lega contro il cancro colma questa lacuna indirizzando la sua offerta di consulenza e informazioni anche ai familiari, in maniera del tutto mirata: la Linea cancro permette di confrontarsi gratuitamente con un professionista, sia per telefono che per e-mail o anche in chat. Il «Forum cancro» offre una piattaforma di scambio sia per i malati che per i loro familiari. Per i familiari, le 18 Leghe contro il cancro cantonali e regionali sono importanti «sportelli» a cui rivolgersi nelle vicinanze del loro domicilio. Infine, i numerosi opuscoli disponibili forniscono informazioni ritagliate su misura per ogni interessato.

I numeri del cancro del seno in Svizzera

  • Ogni anno in tutta la Svizzerasi ammalano di tumore al seno 6250 persone (6200 donne e 50 uomini).
  • Ogni anno in Svizzeramuoiono per cancro del seno 1400 persone.
  • Il 5-10% di tutti i casi di cancro del seno che colpiscono le donne sono riconducibili a predisposizione genetica.
  • Il 20% di tutte le donne ha meno di 50 anni al momento della diagnosi.
  • In Svizzera, 18 centri di senologia sono certificati con il Q-Label, un marchio di qualità conferito dalla Lega svizzera contro il cancro e dalla Società svizzera di senologia (SSS). www.legacancro.ch/q-label

Informazioni e consulenza per i familiari e le persone vicine ai malati di cancro:

Pubblicato il