krebsliga_aargaukrebsliga_baselkrebsliga_bernkrebsliga_bern_dekrebsliga_bern_frkrebsliga_freiburgkrebsliga_freiburg_dekrebsliga_freiburg_frkrebsliga_genfkrebsliga_glaruskrebsliga_graubuendenkrebsliga_jurakrebsliga_liechtensteinkrebsliga_neuenburgkrebsliga_ostschweizkrebsliga_schaffhausenkrebsliga_schweiz_dekrebsliga_schweiz_fr_einzeiligkrebsliga_schweiz_frkrebsliga_schweiz_itkrebsliga_solothurnkrebsliga_stgallen_appenzellkrebsliga_tessinkrebsliga_thurgaukrebsliga_waadtkrebsliga_walliskrebsliga_wallis_dekrebsliga_wallis_frkrebsliga_zentralschweizkrebsliga_zuerichkrebsliga_zug
Lega contro il cancroMediaComunicati stampaIl cancro ha molti volti: otto sguardi emozionanti tra coraggio, speranza e cordoglio

Il cancro ha molti volti: otto sguardi emozionanti tra coraggio, speranza e cordoglio

Il 7 ottobre 2017, la Lega svizzera contro il cancro presenterà al 13° Zurich Film Festival una serie di cortometraggi sul tema del cancro. Cineasti di tutto il mondo illustreranno in cinque cortometraggi di finzione, due cartoni animati e un breve documentario cosa può significare la vita con il cancro. Il progetto è stato promosso e sostenuto dalla Lega svizzera contro il cancro.

Nell’ambito di un progetto della Lega contro il cancro sono stati girati ex novo o sono stati acquistati i diritti di cinque cortometraggi di finzione, due cortometraggi animati e un breve documentario, realizzati da cineasti di tutto il mondo.

I registi hanno esplorato diversi aspetti della malattia. Per esempio hanno tematizzato le paure suscitate da una diagnosi di cancro: la paura di non riuscire più a gestire la propria vita quotidiana o di perdere i genitori. Oppure come venire a capo di queste esperienze al limite o, alla fine, prepararsi al commiato.

Dai contributi cinematografici emerge che un cancro colpisce sempre l'intero entourage sociale. Nella nostra società spesso si presta poca attenzione alla compartecipazione e compassione dei familiari. Nel documentario svizzero «SIE», due uomini, Rob e Gunther, parlano con sincerità e sobrietà delle loro esperienze con una partner malata di cancro, offrendoci la testimonianza diretta di un periodo difficile.

Con questo programma cinematografico la Lega contro il cancro intende favorire la comprensione e migliorare la visibilità pubblica della situazione dei malati di cancro e dei loro familiari. La Lega contro il cancro informa, accompagna e sostiene le persone durante e dopo la diagnosi di cancro, e si impegna affinché le loro esigenze trovino maggior ascolto nella società e nella politica.

Le leghe cantonali e regionali aiutano le persone colpite dal cancro e i loro familiari in tutta la Svizzera con una consulenza e un sostegno individuale. Le consulenti specializzate della Linea cancro sono raggiungibili per telefono, e-mail o via chat.


Ulteriori informazioni:
Su richiesta vi forniremo la descrizione dei film. I due protagonisti del documentario «SIE» e la regista sono disponibili per interviste. Contatto: Nicole Bulliard, nicole.bulliard@legacancro.ch, 031 389 91 57.


Conferenza stampa
La conferenza stampa del 13° Festival del film di Zurigo si terrà il 14 settembre all’hotel Widder. È cordialmente invitato/a. Può iscriversi inviando un’e-mail a media@zff.com.


Breve descrizione dei film
Otto cortometraggi internazionali affrontano da vari punti di vista la vita con il cancro. Per solidarietà con la moglie, anche Flavio si sottopone a una mammografia: il risultato sarà sorprendente per entrambi. A una ragazza turca crolla la terra sotto i piedi quando sua madre torna dall'ospedale, apparentemente senza speranze di guarigione. Regina ha un sogno ricorrente in cui deve lottare contro una bestia misteriosa; alla fine riuscirà a metterla in fuga. Una giovane donna non vuole accettare la malattia del partner e si rifugia in fantasticherie. Nel documentario «SIE», due uomini raccontano senza giri di parole cosa vuol dire vivere con una partner malata di cancro. Bea scorge nella metamorfosi di un bruco in farfalla un simbolo della sua imminente dipartita. Un vecchio testardo deve condividere la stanza d’ospedale con una giovane ragazza nervosa: nascerà un'amicizia. Infine, una madre che sta morendo prende lentamente commiato dai suoi cari.