Home
Altre lingue | Media | DE | FR |Contatto cercare

Cancro dell'intestino tenue

Ogni anno in Svizzera circa 140 persone si ammalano di cancro dell’intestino tenue, una percentuale che corrisponde a meno dell’1% di tutte le malattie tumorali. Questo tipo di cancro è quindi un tumore raro. Al momento della diagnosi, il 90% dei pazienti ha più di 50 anni, quasi la metà ha addirittura 70 anni o più.
Intestino tenue e intestino crasso (colon)
Intestino tenue e intestino crasso (colon)
© KLS
Quando si parla di "cancro dell'intestino" di solito si intende il cancro del colon, che è uno dei tumori più frequenti. Tuttavia, anche se molto più raramente, il cancro può svilupparsi anche nell'intestino tenue.
Sintomi difficili da inquadrare
L'intestino tenue inizia all'uscita dello stomaco e termina allo sbocco nell'intestino crasso. Nel tenue avviene la digestione degli alimenti e l'assorbimento degli elementi nutritivi nella circolazione sanguigna. I tumori dell’intestino tenue si sviluppano dagli svariati tipi di cellule che compongono l'organo.

Disturbi come dolori addominali, nausea, vomito, diarrea o costipazione sono causati solo in rari casi da un tumore dell'intestino tenue. In ogni modo, la presenza di sangue nelle feci va sempre chiarita da un medico.
Intervento e chemioterapia
Per diagnosticare un cancro dell'intestino tenue si ricorre alle tecniche per immagini. Per esempio alla radiografia, alla tomografia computerizzata o alla risonanza magnetica. La gastroduodenoscopia permette di esaminare dall'interno la prima parte dell'intestino tenue.
I tumori dell’intestino vengono quasi sempre rimossi chirurgicamente. A seconda dell'estensione e del tipo di tumore in seguito si ricorre alla radioterapia o alla chemioterapia.
Il carcinoide
Il carcinoide – una particolare forma di tumore – si sviluppa dalle cellule dell’intestino che producono ormoni. Le localizzazioni più frequenti di questi tumori sono l'appendice o l'intestino tenue. Sintomi tipici sono attacchi caratterizzati da vampate di calore, palpitazione, dolori addominali e diarrea. Per la diagnosi di un carcinoide dell’intestino tenue vanno eseguiti esami del sangue per verificare la presenza di determinati ormoni e dei loro prodotti di degradazione. La terapia consiste nell’intervento chirurgico e/o nella somministrazione di farmaci specifici che inibiscono l’effetto degli ormoni.