krebsliga_aargaukrebsliga_baselkrebsliga_bernkrebsliga_bern_dekrebsliga_bern_frkrebsliga_freiburgkrebsliga_freiburg_dekrebsliga_freiburg_frkrebsliga_genfkrebsliga_glaruskrebsliga_graubuendenkrebsliga_jurakrebsliga_liechtensteinkrebsliga_neuenburgkrebsliga_ostschweizkrebsliga_schaffhausenkrebsliga_schweiz_dekrebsliga_schweiz_fr_einzeiligkrebsliga_schweiz_frkrebsliga_schweiz_itkrebsliga_solothurnkrebsliga_stgallen_appenzellkrebsliga_tessinkrebsliga_thurgaukrebsliga_waadtkrebsliga_walliskrebsliga_wallis_dekrebsliga_wallis_frkrebsliga_zentralschweizkrebsliga_zuerichkrebsliga_zug
Lega contro il cancroRicercaPremiSWISS BRIDGE AWARDPremi

SWISS BRIDGE AWARD

Nel 2015 lo Swiss-Bridge-Award è andato ad Andreas Trumpp del Centro di ricerca contro il cancro di Heidelberg in Germania e a Joerg Huelsken del Politecnico federale di Losanna. I due ricercatori si dividono a metà il premio dotato di 500 000 franchi.

Quest'anno la fondazione Swiss Bridge ha dedicato il suo premio a lavori sul tema cellule staminali tumorali. Le cellule staminali si rinnovano costantemente e sono più resistenti di altri tipi di cellule. Per questo motivo, assumono un'importanza sempre più rilevante nella ricerca contro il cancro. Spesso sono ritenute responsabili della ricomparsa di un tumore, della metastatizzazione e dell'esito negativo delle terapie.

Alla 15a edizione dello Swiss Bridge Award si sono candidati in totale 45 ricercatori con diversi progetti di ricerca. Nel quadro di una procedura di valutazione a due livelli, una giuria composta da nove esperti internazionali ha infine deciso di premiare un progetto di ricerca molto promettente proveniente da Germania e Svizzera. Il premio sarà conferito oggi a mezzogiorno nel quadro di una solenne cerimonia.

Cellule metastatizzanti nel sangue

Di recente, il team di Andreas Trumpp, responsabile del reparto «cellule staminali e cancro» del Centro di ricerca contro il cancro di Heidelberg in Germania ha rilevato cellule in grado di sviluppare nuove metastasi nel sangue di pazienti affette da cancro al seno. Con il suo nuovo progetto, dotato di un finanziamento di 250 000 franchi, intende caratterizzare le cellule tumorali che circolano nel sangue nella maniera più ampia possibile al fine di scoprire ciò che distingue una cellula tumorale comune circolante da una cellula staminale in grado di sviluppare metastasi. L'acquisizione di queste conoscenze non potrebbe costituire soltanto la base per metodi di diagnosi nuovi e più efficaci, bensì anche portare alla luce i punti deboli di queste cellule staminali. Questi punti vulnerabili, in futuro potrebbero addirittura contribuire a soffocare sul nascere lo sviluppo di metastasi letali.

Caratteristiche immunosuppressive

Il team di Joerg Huelsken del Politecnico federale di Losanna di recente ha dimostrato che le cellule staminali tumorali non solo sono più resistenti di altre cellule cancerose alle terapie chemioterapiche e alle radioterapie, ma che giocano un ruolo fondamentale anche nella regolazione del sistema di difesa del corpo. Il sistema immunitario sarebbe praticamente in grado di riconoscere e uccidere le cellule tumorali degenerate. Le cellule staminali tumorali, invece, sfuggono a questo controllo perché pare che riescano a eludere il sistema immunitario. Nel nuovo progetto, dotato anch'esso di 250 000 franchi, Huelsken vuole decifrare queste caratteristiche immunosuppressive delle cellule staminali tumorali. Se il progetto dovesse andare a buon fine, i risultati potrebbero contribuire a procurare al settore emergente dell'immunoterapia mezzi finanziari ancora più ingenti di quelli finora stanziati.

Persone di riferimento per informazioni

Informazioni sulla fondazione
Thomas Hoepli
Direttore
SWISS BRIDGE Foundation
Tel. +41 (0)43 317 13 60
info@swissbridge.ch
www.swissbridge.ch

Informazioni sui progetti di ricerca

Dr. Rolf Marti
Responsabile di ricerca, innovazione & sviluppo della Lega svizzera contro il cancro
Tel. +41 (0)31 389 91 45
rolf.marti@swisscancer.ch
www.swisscancer.ch