krebsliga_aargaukrebsliga_baselkrebsliga_bern_dekrebsliga_bern_frkrebsliga_freiburg_dekrebsliga_freiburg_frkrebsliga_genfkrebsliga_glaruskrebsliga_graubuendenkrebsliga_jurakrebsliga_liechtensteinkrebsliga_neuenburgkrebsliga_ostschweizkrebsliga_schaffhausenkrebsliga_schweiz_dekrebsliga_schweiz_fr_einzeiligkrebsliga_schweiz_frkrebsliga_schweiz_itkrebsliga_solothurnkrebsliga_stgallen_appenzellkrebsliga_tessinkrebsliga_thurgaukrebsliga_waadtkrebsliga_wallis_dekrebsliga_wallis_frkrebsliga_zentralschweizkrebsliga_zuerichkrebsliga_zug
Lega contro il cancroPre­venzione del cancroUno stile di vita sanoProtezione solare ottimaleRaccomandazioni regionali e stagionali per la protezione solareProtezione solare ottimale

Raccomandazioni regionali e stagionali per la protezione solare

L’intensità dei raggi UV è determinata dalle stagioni e dagli orari, da fattori geografici, come latitudine ed altitudine, dalla densità delle nubi e dal riflesso dei raggi UV da parte dell’ambiente. Per questo la Lega contro il cancro ha formulato raccomandazioni stagionali e regionali.

L’intensità dei raggi UV non viene percepita sempre allo stesso modo

Il freddo e la presenza di nuvole ci fanno spesso sottovalutare l’intensità dei raggi solari. Anche quando il cielo è coperto, fino all’80 per cento dei raggi UV attraversa le nuvole. Le superfici chiare come la neve, il ghiaccio, la sabbia, il cemento o l’acqua riflettono i raggi UV, intensificandone l’effetto.

 

L’intensità dei raggi UV non è sempre uguale dappertutto

Nei Paesi del sud e in montagna l’intensità dei raggi UV è maggiore rispetto a quella dell’altopiano svizzero. In montagna i raggi UV sono più intensi a seconda dell’altitudine. Se poi c’è la neve, essa riflette fino al 90 per cento dei raggi, raddoppiandone quasi l’effetto.

Raccomandazioni stagionali per la protezione solare

 

Da novembre a febbraio

Nell’Altopiano i raggi UV sono deboli e normalmente non c’è bisogno di una protezione solare. Invece se si è in montagna, per esempio a sciare, bisogna assolutamente proteggersi dai raggi del sole.

 

Marzo e aprile

Dopo le giornate invernali, corte e fredde, in primavera non vediamo l’ora di goderci un po’ di sole ma le temperature piacevoli ci fanno sottovalutare l’intensità dei raggi solari. In primavera è assolutamente necessario proteggere la pelle, anche se le temperature sono ancora basse.

 

Da maggio ad agosto

In questi mesi i raggi UV sono molto intensi e la pelle ha bisogno di essere protetta con l’abbigliamento e stando all’ombra. Nelle ore intorno al mezzogiorno (11 – 15) si deve ridurre la permanenza al sole.

 

Settembre e ottobre

Anche in autunno, come in primavera, le temperature più basse ci fanno sottovalutare l’intensità dei raggi UV. Regola generale: nelle ore intorno al mezzogiorno dei giorni soleggiati è meglio stare all’ombra.