krebsliga_aargaukrebsliga_baselkrebsliga_bernkrebsliga_bern_dekrebsliga_bern_frkrebsliga_freiburgkrebsliga_freiburg_dekrebsliga_freiburg_frkrebsliga_genfkrebsliga_glaruskrebsliga_graubuendenkrebsliga_jurakrebsliga_liechtensteinkrebsliga_neuenburgkrebsliga_ostschweizkrebsliga_schaffhausenkrebsliga_schweiz_dekrebsliga_schweiz_fr_einzeiligkrebsliga_schweiz_frkrebsliga_schweiz_itkrebsliga_solothurnkrebsliga_stgallen_appenzellkrebsliga_tessinkrebsliga_thurgaukrebsliga_waadtkrebsliga_walliskrebsliga_wallis_dekrebsliga_wallis_frkrebsliga_zentralschweizkrebsliga_zuerichkrebsliga_zug
Lega contro il cancroMediaComunicati stampaPremi 2014: per meriti eccezionali in favore delle persone affette dal cancro

Premi 2014: per meriti eccezionali in favore delle persone affette dal cancro

A Felix Gutzwiller sarà conferito oggi a Friburgo il Premio della Lega svizzera contro il cancro 2014. Grazie alla sua tenacia come medico specialista nella prevenzione e politico attivo nel campo della sanità, la lotta contro il cancro in Svizzera ha compiuto progressi decisivi. Beatrice Tschanz ha già ricevuto nel mese di agosto la Medaglia della Lega svizzera contro il cancro. Alleata e ambasciatrice della Lega contro il cancro da molti anni, ha lasciato un profondo segno con la sua attività di comunicazione per le persone affette dal cancro e i loro familiari.

Il Premio della Lega svizzera contro il cancro di quest’anno va al Prof. dott. med. Felix Gutzwiller, per molti anni direttore dell’Istituto di medicina sociale e preventiva dell’Università di Losanna (1983–1988) e dell’omonimo istituto di Zurigo (1988–2013). Il Premio di 10 000 franchi, assegnato dal 1960, è conferito dalla Lega svizzera contro il cancro a personalità che si sono distinte, con i loro eccellenti lavori di ricerca o con il loro impegno, nel promuovere l’attività di ricerca nei campi della prevenzione, della diagnosi precoce e della lotta contro il cancro.

Un impegno infaticabile per la salute pubblica

Lavoro e vocazione insieme: Felix Gutzwiller ha dedicato la sua vita a migliorare la «public health», la salute pubblica. Da sempre la sua attività è imperniata sulla promozione della salute, la prevenzione delle malattie e il miglioramento della qualità di vita della popolazione.

Con la sua forte presa di posizione in favore della legge federale concernente la protezione contro il fumo passivo e della legge sulla prevenzione, con il suo impegno per la creazione di un registro dei tumori a livello nazionale e con la sua attività di promozione della piazza scientifica svizzera, Gutzwiller ha impresso un segno profondo nella sistema sanitario svizzero. Come medico e politico esperto di salute, mette i suoi eccellenti contatti nel campo della medicina, della scienza e della politica e le sue vaste competenze anche al servizio anche della Lega contro il cancro, in qualità di membro del Comitato della Lega zurighese contro il cancro.

 

 

Un forte appello: le persone affette dal cancro e i loro familiari devono sempre essere al centro dell’attenzione

La Medaglia della Lega svizzera contro il cancro viene conferita per onorare meriti eccezionali nel campo della prevenzione, della diagnosi precoce e della lotta contro le malattie tumorali e le loro conseguenze. La Medaglia della Lega di quest’anno è stata consegnata a Beatrice Tschanz, per aver messo il suo grande talento di comunicatrice convincente ed emozionale al servizio della Lega contro il cancro.

Per circa dieci anni, la Lega contro il cancro ha potuto contare sul sostegno di questa professionista della comunicazione. Nelle campagne annuali in occasione del mese informativo sul cancro del seno Beatrice Tschanz ha saputo comunicare in modo toccante la solidarietà per le donne colpite dalla malattia. Inoltre, per il centesimo anniversario, festeggiato nel 2010, la Lega contro il cancro ha potuto beneficiare del suo vasto know-how, oltre che della sua grande rete di conoscenze. Al momento della consegna della Medaglia della Lega svizzera contro il cancro, Beatrice Tschanz ha rivolto un appello: «La Lega contro il cancro deve sempre ricordare che la persona affetta dal cancro e i suoi familiari sono al centro dell’attenzione». La Lega contro il cancro non mancherà mai di seguire questa esortazione.