krebsliga_aargaukrebsliga_baselkrebsliga_bernkrebsliga_bern_dekrebsliga_bern_frkrebsliga_freiburgkrebsliga_freiburg_dekrebsliga_freiburg_frkrebsliga_genfkrebsliga_glaruskrebsliga_graubuendenkrebsliga_jurakrebsliga_liechtensteinkrebsliga_neuenburgkrebsliga_ostschweizkrebsliga_schaffhausenkrebsliga_schweiz_dekrebsliga_schweiz_fr_einzeiligkrebsliga_schweiz_frkrebsliga_schweiz_itkrebsliga_solothurnkrebsliga_stgallen_appenzellkrebsliga_tessinkrebsliga_thurgaukrebsliga_waadtkrebsliga_walliskrebsliga_wallis_dekrebsliga_wallis_frkrebsliga_zentralschweizkrebsliga_zuerichkrebsliga_zug
Lega contro il cancroIl cancroTestimonianze personaliStefanTestimonianze personali

Stefan

La vita sembrava perfetta

Stefan Kölliker

La vita di Stefan Kölliker sembrava perfetta: era padre di tre figli ed era appena stato eletto presidente del Consiglio di Stato del Cantone San Gallo. Poi però gli è stata comunicata la diagnosi, molto rara per gli uomini, di cancro al seno. Ogni anno in Svizzera circa 40 uomini si ammalano di cancro al seno. Per le donne, invece, il carcinoma mammario è il tipo di tumore più diffuso, con 5’900 nuovi casi per anno.

Ammalarsi di cancro, senza avere alcuna possibilità di controllo, era un fatto del tutto incompatibile con l’attitudine di Stephan Kölliker, caratterizzata da un forte senso di autoresponsabilità. «Quando però il medico capo-clinica mi ha detto che avevo contratto un cancro al seno, non sapevo più che pesci pigliare.»

Un fatto degno di nota era che egli non fosse troppo preoccupato per sé stesso. Infatti, era molto più preoccupato per i suoi figli, che all’epoca avevano rispettivamente nove, sette e cinque anni. «Se non ci fossi più, non potrei aiutarli a crescere. Dovevo fare tutto il possibile affinché potessero avere il papà per ancora un po’ di tempo». Detto, fatto: giusto il tempo di organizzare tutti i suoi impegni di governo e già era in clinica a farsi rimuovere il seno.